Wishlist – Giugno 2018

Buongiorno lettori! Ecco la mia wishlist, ovvero i titoli dei libri che ho scovato in questo mese e che vorrei leggere. Spero possiate trovare qualche spunto per le vostre prossime letture!

Un milione di minuti. Come ho esaudito il desiderio di mia figlia e abbiamo trovato la felicità

(Wolf Kuper – Salani)

«Ah, come vorrei che avessimo un milione di minuti. Solo per le cose più belle!». Nina ha quattro anni e come tutti i bambini coltiva desideri sconfinati e un’ostinata fantasia. Nel suo futuro vede chiaro: una carriera da pompiere e una quantità incommensurabile di tempo da passare con papà. Lui è uno scienziato ambientale di successo diviso tra carriera accademica e Nazioni Unite, non conosce giorno che non sia scandito da obiettivi e to do list. Quando però la disabilità di Nina irrompe nella vita dei Küper attraverso la fumosa diagnosi di un’anomalia cognitivo-comportamentale, l’orologio al polso di Wolf si arresta, e con esso ogni prospettiva di normalità. Nasce così il folle progetto di un viaggio di famiglia intorno al mondo, con un bagaglio minimo e funzionale: due anni avventurosi attraverso Thailandia, Australia, Nuova Zelanda e Germania. Un viaggio alla scoperta di come può essere una vita vissuta senza costrizioni, dando un valore diverso al tempo, in una divertente dichiarazione d’amore per tutto ciò che non funziona come previsto. Una storia vera, contagiosa, divertente e intelligente per ricordarci che la felicità sta nel tempo che si passa insieme.


wishlistLe risposte

(Catherine Lacey – Big Sur)

Mary è una trentenne americana in crisi: è affetta da un’infinità di dolori e disturbi psicosomatici e ha perso il lavoro; l’unico sollievo sembra venirle da una bizzarra forma di fisioterapia, vagamente new age e molto costosa. Quando un gruppo di misteriosi ricercatori le offre l’opportunità di una collaborazione ben remunerata, accetta senza pensarci due volte. Si tratta di far parte dell’«Esperimento Fidanzata»: un divo del cinema a cui l’ipervisibilità mediatica impedisce di vivere una normale relazione di coppia sta provando a crearsene una artificialmente, circondandosi di una serie di ragazze che ne soddisfino, a turno, le diverse esigenze: la fidanzata materna che cucina, la fidanzata collerica con cui litigare, la fidanzata ordinaria con cui passare i tempi morti in casa, un intero «team intimità» per il sesso, e una fidanzata – questo il ruolo di Mary – per i momenti di romanticismo e trasporto sentimentale. Sulle prime tutto pare funzionare, ma quando il team di ricercatori prova a ottenere un maggior controllo sulle reazioni psichiche dei partecipanti, la situazione precipita… Nell’epoca della celebrità da social network e dell’intelligenza artificiale, delle nanotecnologie e della cura ossessiva di sé, mentre le tensioni fra i sessi sembrano deflagrare, “Le risposte” è un romanzo che si chiede se e come sia ancora possibile conoscersi, innamorarsi, essere felici con un’altra persona.

wishlistCuor di camoscio e altri racconti

(Ruggero Casse – Editrice Tipografia Baima-Ronchetti)

Racconti di montagna, racconti dell’alta val di Susa. In queste pagine, frutto della fantasia, emergono i riflessi di antichi mestieri, di valanghe devastanti, di circostanze capaci di travolgere le sorti del quotidiano. Prendono forma gli echi di guerra, il mondo degli spiriti, l’istinto ancestrale di uomini e animali. Che si tratti di lupi o di pastori, di boscaioli o spazzacamini: è la montagna a condizionare scelte e destini. Storie evocate dalla familiarità per questo ambiente, da sempre custodito nel cuore delle genti alpine.


wishlistLe stanze dell’addio

(Yari Selvetella – Bompiani)

“Io ho ricominciato a lavorare. In altri luoghi scrivo, succhio gamberi, respiro foglie balsamiche, faccio l’amore, ma una parte di me è qui, sempre qui, impigliata a un fil di ferro o a una paura mai vinta, inchiodata per sempre: il puzzo di brodaglia del carrello del vitto, quello pungente dei disinfettanti, il bip del segnalatore del fine-flebo, la porta che si chiude alle mie spalle quando termina l’ora della visita.” Così si sente chi di noi vive l’esperienza di una perdita incolmabile: impigliato, inchiodato. Dalle pagine di questo libro affiora il volto vivissimo di una giovane donna, Giovanna De Angelis, madre di tre figli e di molti libri, editor di professione, che si ammala e muore. Il suo compagno la cerca, con la speranza irragionevole degli innamorati, attraverso le stanze – dell’ospedale, della casa, dei ricordi – fino a perdersi. Solo un ragazzo non si sottrae alla fratellanza profonda cui ogni dolore ci chiama e come un Caronte buono gli tende una mano verso la vita che continua a scorrere, che ci chiama in avanti, pronta a rinascere sul ciglio dell’assenza. Yari Selvetella dà voce a un addio che sembra continuamente sfuggire al tentativo di essere pronunciato, come Moby Dick nel fondo del mare, e scrive un kaddish laicissimo eppure pervaso del mistero che ci unisce a coloro che abbiamo amato. Attraverso il labirinto al neon degli ospedali, le stanze chiuse del lutto, il filo tracciato da una penna sul foglio bianco è ancora di salvezza, celebrazione commossa della forza vitale delle parole.


wishlistManuale per ragazze di successo

(Paolo Cognetti – Minimum Fax)

Sette racconti, sette ritratti di donna. Ragazze in lotta per l’amore, la maternità, il lavoro; donne che fanno carriera o ereditano fortune; donne che perdono il lavoro, vengono tradite e lasciate, provano a fare i conti con la sconfitta; che ricominciano, si ribellano, navigano a vista tra le tempeste del quotidiano. Accanto a loro uomini disorientati, capaci solo di lasciarsi vivere, privi del coraggio, dell’ironia ma certe volte anche della solitudine che circonda le loro compagne. Con uno stile asciutto Paolo Cognetti descrive, tra educazioni sentimentali e racconti di formazione, i capitoli di un immaginario “manuale per ragazze di successo”: sette modi di trovare o perdere la felicità, sette storie che parlano con la voce di una nuova femminilità.

Precedente Scommessa per gioco - Giada Gallo | Recensione Successivo Manda un messaggio quando arrivi - Sergio Trapasso & Sara Boschetti | Recensione