Top 3 #8

scoperte

Sono di nuovo tra voi. Ho avuto un pò di problemi con la lettura e i libri in questo periodo. Ma ora eccomi con l’ 8° appuntamento con la Top 3, rubrica settimanale in cui vi mostro i 3 libri scoperti durante la settimana e che fanno parte della mia wishlist. Curiosi? Iniziamo subito!

#1 –La grammatica dell’amore – Rocio Carmona

Grammatica amoreIrene ha appena conosciuto l’amore ma non è andata come sperava. Dopo il divorzio dei suoi è stata spedita a studiare in Inghilterra, ma invece di rimettersi in sesto, la ragazza ha sofferto la sua prima grande delusione. Quello che dovrebbe essere il sentimento più nobile al mondo, per lei è solo
un miraggio, qualcosa di distante e incomprensibile. Ed è grazie al suo professore di inglese che intraprenderà un viaggio fondamentale, percorrendo chilometri e chilometri di parole che ridaranno il giusto peso a ciò che sente, disegnando per lei un cammino da vivere con l’intensità di un attimo perfetto e insostituibile. Perché, come le insegna il suo professore, la letteratura è vita e amore. E sarà un vero colpo di fulmine ciò che la trascinerà pagina dopo pagina. È attraverso la lettura di sette grandi capolavori della letteratura mondiale che la ragazza riuscirà a scrivere la propria personalissima
grammatica dell’amore. Saranno le parole di Tolstoj, Austen, Márquez e Murakami, fra gli altri, ad accompagnarla in questa esperienza vitale e memorabile.

Cosa dicono i lettori…

@djo: “ È veramente un bel libro, scritto bene e chiaro; inoltre io adoro questo genere di libri sull’amore, ma comunque è ottimo per qualsiasi lettore che voglia anche sperimentare un genere diverso.” (4/5)

@Elisabetta: “libro assurdo meglio nn leggere sconclusionato e non finito di leggere poteva essere degno per il tema imposto al titolo ma poco sviluppato e soprattutto senza una logica razionale o saggistica davvero un gran peccato” (1/5)

@Giovanna: “Per il modo in cui è strutturato il romanzo mi sento di consigliarlo ad un pubblico giovane, “la grammatica dell’amore” potrebbe risultare molto utile in un periodo delicato come quello dell’adolescenza.
L’idea non è affatto male, ma i continui alti e bassi non mi hanno fatto apprezzare a pieno questa lettura.” (3/5)


#2 – L’elefante scomparso e altri racconti – Murakami Haruki

Elefante scomparso e altri raccontiIn un giorno d’estate soffocante, un avvocato si mette alla ricerca del suo gatto e in un giardino abbandonato dietro casa incontra una strana ragazza. Una giovane coppia decide di fare uno spuntino notturno e assalta un McDonald’s per avere trenta Big Mac, realizzando cosí un segreto desiderio adolescenziale del marito. Nel racconto che dà il titolo al libro, un uomo è ossessionato dalla incredibile, misteriosa scomparsa di un elefante dallo zoo del paese. E poi ancora una curiosa digressione sui canguri, un uomo che incendia granai per il gusto di vederli bruciare e le introspezioni di una giovane madre afflitta da insonnia. I diciassette racconti di questa raccolta «spesso divertenti, sempre commoventi», danno prova delle straordinarie capacità narrative di Murakami Haruki.

Cosa dicono i lettori…

@eazy: “ Un libro di racconti che stupisce per la facilità di lettura e la varietà di argomenti comprato totalmente a scatola chiusa. l’autore resta per me un genio del romanzo ma anche con i racconti riesce a tirare fuori delle notevoli emozioni” (5/5)

@Amazon customer: “Davvero non finisce di sbalordire l’arte di Murakami. La sua fantasia è quasi inesauribile e, seppure a volte i suoi romanzi e i racconti si assomigliano, c’è sempre in essi una grande originalità, qualche nuovo messaggio.” (4/5)

@Kevin: “Racconti surreali, che però rendono la surrealtà terribilmente verosimile. La visonarietà di Murakami regge a meraviglia il confronto con il formato breve, contro il quale tanti grandi romanzieri sono andati a sbattere. Consigliato a chi ama le atmosfere, i silenzi e tutto ciò che in essi prende forma.” (5/5)


#3 – Storia del pinguino che tornò a nuotare – Tom Michell

STORIA PINGUINOPer Tom è l’ultimo giorno di vacanza in Uruguay prima di tornare a Buenos Aires, dove insegna inglese, quando sulla spiaggia si imbatte in un pinguino coperto di petrolio. Riesce a salvarlo, ma nel momento in cui tenta di ricondurlo al mare, il pinguino inizia a seguirlo. Tom non se la sente di abbandonarlo e lo porta a Buenos Aires con sé. Così ha inizio la grande amicizia fra Tom e Juan Salvador il pinguino, fatta di corse su una motocicletta per vedere il mare, di cene a base di pesce crudo e partite della squadra di rugby, nella scuola in cui il professore insegna e di cui l’animale diventa la mascotte. Perché Juan Salvador è un pinguino speciale e cambia la vita di tutti quelli che lo conoscono. Soprattutto quella di un ragazzo che ha troppa paura dell’acqua: insieme a lui, forse, anche il pinguino troverà il coraggio di tornare a nuotare…

Cosa dicono i lettori…

@Milau: “ romanzo molto divertente specie nella prima parte del libro che consiglio a tutte le persone che amano gli animali con un finale molto commovente e non banale” (5/5)

@Donato Rocco: “Libro bellissimo,che mi ha fatto sognare di vivere un periodo cosi.Consiglio questo libro,in modo speciale a chi ama gli animali.” (5/5)

@Edwige: “E’ una storia vera simpaticissima che coinvolge il lettore fino alla fine e che ci fa capire quanto il rapporto fra l’uomo, l’ambiente e gli animali sia importante e possa arricchire ognuno di noi. Da consigliare in particolare ai ragazzi perché è molto educativo” (5/5)


 

Come avete visto, sotto ogni libro, vi mostro l’opinione di alcuni lettori presa dal web. Se anche voi volete dire la vostra su questi libri, commentate qui sotto e inserirò la vostra opinione nell’articolo!

firma


 

Precedente Recensione de "La vita perfetta" Successivo Paola Mastrocola, vita, opere e curiosità