Top 3 #11

scoperte

Ben tornati all’appuntamento con la Top 3, rubrica settimanale in cui vi mostro i 3 libri scoperti durante la settimana e che fanno parte della mia wishlist. Curiosi? Iniziamo subito!

#1 – La vendetta dei broccoli – Diana Lanciotti

vendetta broccoliChe cos’accomuna Ernesto Vaccini, Oliviero Aliverti, Romano Serventi, Gavino Floris e altri quattro celebri cuochi? Il fatto di essere i più famosi cuochi d’Italia. E anche il fatto di partecipare al festival dell’alta gastronomia “La Forchetta d’oro” per aggiudicarsi il titolo di “Chef carnivoro dell’anno”. E poi ancora il fatto di essere stati presi di mira da uno spietato serial killer, un giustiziere che ha deciso di eliminarli uno a uno, e di firmare ogni singolo delitto con… un broccolo. Che cos’accomuna Bruno Giannini, Silvano Rimondi, Valdo Santini e Salvatore Augias? Il fatto di essere chiamati a investigare, ognuno nella propria città, su una serie di orribili delitti, legati da un duplice filo conduttore: l’efferatezza e… un broccolo. Da Firenze a Roma, da Napoli a Milano, da Grosseto a Cagliari, il “serial killer dei broccoli”, un personaggio affascinante quanto spietato, terrà in scacco polizia e carabinieri seguendo il filo perverso di una vendetta perpetrata come un contrappasso dantesco.


#2 – La mia famiglia e altri animali – Gerald Durrell

famiglia altri animali«Questa è la storia dei cinque anni che ho trascorso da ragazzo, con la mia famiglia, nell’isola greca di Corfù. In origine doveva essere un resoconto blandamente nostalgico della storia naturale dell’isola, ma ho commesso il grave errore di infilare la mia famiglia nel primo capitolo del libro. Non appena si sono trovati sulla pagina non ne hanno più voluto sapere di levarsi di torno, e hanno persino invitato i vari amici a dividere i capitoli con loro»: così Gerald Durrell presenta questo libro, uno dei più universalmente amati che siano apparsi in Inghilterra negli ultimi trent’anni. Ma il lettore avrà il piacere di scoprirvi anche qualcos’altro: la storia di un Paradiso Terrestre, e di un ragazzo che vi scorrazza instancabile, curioso di scoprire la vita (che per lui, futuro illustre zoologo, è soprattutto la natura e gli animali), passando anche attraverso avventure, tensioni, turbamenti, tutti però stemperati in una atmosfera di tale felicità che il lettore ne viene fin dalle prime pagine contagiato.

Cosa dicono i lettori…

@Davide: “ Un romanzo divertentissimo e ricco di dettagli visivi, tattili, olfattivi, come solo un bambino – il piccolo Durrell – sa cogliere e conservare. Un romanticissimo manuale di etologia ed un geniale diario di spassose dinamiche familiari, consigliatissimo!” (5/5)

@Francesca: “Consiglio questo libro a tutti, in particolari a coloro i quali amano la natura, e che hanno famiglie un po’ particolari; io mi sono divertita e allo stesso mi sono un po’ emozionata, pensando alla passione di questo bambino per la natura.” (5/5)

@MD: “Riconcilia con la natura, con la semplice bellezza, con il bisogno di smontare tutto ciò che obbliga, che incatena alle convenzioni e impedisce di leggere e scoprire la tanta bellezza che la natura può riservarci. Alcune parti, un po’ troppo prolungate sugli animali, in particolare su insetti e rettili vari, possono mettere a dura prova chi non è un appassionato della materia…. ma il resto scorre piacevole e allegro.
Fa bene all’umore.” (4/5)


#3 – La casa per bambini speciali di Miss Peregrine – Ramsom Riggs

casa bambini specialiQuali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d’altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l’oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all’orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d’epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che – protetti, ma ancora per poco, dalla curiosità del mondo e dallo scorrere del tempo – si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro?

Cosa dicono i lettori…

@Kiccap: “ Il libro è carino, mi piace come è scritto, mi piacciono gli spunti , è una lettura facile e fluente.
Non è il massimo della letteratura, ma credo che comprerò anche i sequel” (3/5)

@Marta: “ la storia mi ha presa molto fin dal primo capitolo, e adoro l’utilizzo dell’autore nel “inventarsi” una storia dietro a delle fotografie di diversi collezionisti.
Sono molto curiosa di leggere il sequel!!! ” (4/5)

@Isabella: “È un libro molto avvincente! Si legge davvero molto bene, traduzione ottima e leggera. Lettura scorrevole e interessante. Non facevo altro che leggere e leggere! Con uno sfondo storico che non guasta mai. Le descrizioni sono dettagliate. Ho davvero visto quello che ho letto. Non vedo l’ora di leggere il sequel e vedere il film che Tim Burton ha in serbo per il suo pubblico.” (5/5)


Come avete visto, sotto ogni libro, vi mostro l’opinione di alcuni lettori presa dal web. Se anche voi volete dire la vostra su questi libri, commentate qui sotto e inserirò la vostra opinione nell’articolo!

firma

Precedente Acquisti Settembre 2016 Successivo Regali di compleanno