Sei stressato? I LIBRI ANTISTRESS da colorare possono aiutarti!

divisiore curiosità

coloring book

So che avete già sentito parlare dei libri da colorare e so che mentre certi li amano, altri li odiano. Io faccio parte del gruppo di quelli che li ama, ne ho 4 e vorrei far crescere la mia collezione ogni volta che ne pubblicano uno. Il mio primo libro antistress l’ho comprato quando ancora non andava di moda, per cui c’era poca scelta; adesso quasi tutte le case editrici propongono la loro “collana” dedicata ai libri da colorare per adulti. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta!

COSA SONO

I libri da colorare per adulti sono raccolte di immagini raffinate e complesse – dai tratti sottili e difficili da colorare, che rappresentano una vera e propria sfida – da riempire a piacimento con matite, pennarelli ecc. I temi delle illustrazioni sono molto vari e comprendono animali, geometrie, fiori, città ecc… .I più famosi sono quelli di Johanna Basford (Il giardino segreto e La foresta incantata) ma in realtà i libri da colorare per adulti esistono da decenni. Nel 1970 negli Stati Uniti Dover Publications, pubblica il primo intitolato Antique Automobiles. Ha addirittura istituito un giorno dedicato ai libri da colorare, il 2 agosto.

ANCHE GLI ADULTI POSSONO COLORARE 

Agli inizi del ‘900 uno dei padri della psicoanalisi, Carl Gustav Jung, aveva riconosciuto i benefici del disegno per la salute, in particolare dei Mandala (le immagini circolari spirituali induiste e buddhiste). Concentrarsi su un gesto semplice e ripetitivo permette di non pensare ad altro e conduce a una sorta di meditazione attiva.
Con la mente sgombra dai pensieri negativi e focalizzata sul “qui e ora”, si riduce lo stress e si ritrova la calma. Questo permette di chiudere fuori dalla mente tutti i problemi e mentre questa si svuota, il corpo si rilassa; oltretutto anche il cervello ne trae beneficio: tutti e due gli emisferi cerebrali, devono lavorare insieme in perfetta armonia: l’emisfero sinistro (logica e movimento) per seguire i contorni del disegno e l’emisfero destro (creatività) per scegliere i colori da usare e rilasciare endorfine (le sostanze della felicità).

I SEGRETI DEI MANDALA

I mandala sono disegni circolari composti da diverse figure geometriche che fluiscono partendo da un centro. Queste rappresentazioni vengono utilizzate nei riti sacri delle religioni indiane e tibetane per facilitare la meditazione e favorire i processi di guarigione. Si può dire che il mandala rappresenta una sorta di viaggio dentro se stessi, un percorso di esplorazione che ci conduce ad una maggiore consapevolezza di sé.

Quando si termina la colorazione, è consigliato concedersi qualche minuto per guardarlo, notarne i colori, i tratti e appuntarsi gli stati d’animo: come mi sentivo prima di cominciare? Come mi sento ora? Dove mi ha portato la mente mentre coloravo?

Dobbiamo essere consapevoli che si sta creando qualcosa di unico, un’opera d’arte tutta nostra che ci rispecchia completamente.


Volete provare anche voi? Nei link che seguono potete scaricare alcune raccolte gratuite per iniziare a sperimentare questa attività prima di buttarvi nell’acquisto di un libro:

ANIMALI FIORIORIENTE

Personalmente vi consiglio quelli della “Newton Compton“. Io ne ho 2 (fiori e mandala) e mi ci trovo davvero molto bene! Quindi cosa aspettate? Prendete foglio, pennarelli e cominciate a colorare!

firma

 

 

Precedente Figli del vento di Roberta Mobelloni Successivo Recensione di "Nel mio paese è successo un fatto strano" di Adrea Vitali