Riparto da qui – Beatrice Bracaccia | Recensione

Titolo: Riparto da qui

Autrice: Beatrice Bracaccia

Pagine: 104 – Prezzo: € 0,99 E-book

Casa editrice: Librosì Edizioni

Keywords: perdita, amore, rinascita.

Votazione: 4/5


Acquista QUI


Martina, ‘Marti’ come tutti la chiamano, torna nella città dove è cresciuta. Sono passati dieci anni da quella che è stata una vera e propria fuga, da se stessa, da un amore spezzato e da emozioni da cui non è stata capace di guarire. Martina torna ad incontrare ciò da cui è fuggita: gli amici di un tempo, i luoghi dove è vissuta e soprattutto Filippo, il suo migliore amico, che non ha più visto, ma con cui ha continuato a scambiarsi mail e confidenze. Filippo che, saputo del suo ritorno, vuole rincontrarla…
Sarà capace Martina di fare pace con il passato? e Filippo è veramente solo un buon amico? Riparto da qui è una storia avvincente, romantica, appassionata, con una grande protagonista capace di emozionare.


Guarda la foto su Instagram


Riparto da qui” è la storia tormentata di Martina. Con il cuore in mano, questa giovane ragazza, ci racconta la sua vita. Una vita segnata, che si trasforma in un’esistenza difficile, insopportabile, fino a ridursi quasi a mera sopravvivenza.

Il ricordo é un elemento pericoloso, non lo puoi gestire con leggerezza, non puoi permettere che ti colga impreparato, non armato, senza difese.

Martina ha Pietro e non desidera altro. Ma non sempre i nostri sogni e le nostre aspettative seguono il percorso da noi stabilito o auspicato.
Questo romanzo ci parla di un legame, di assenza, di dolore, e di sopravvivenza.

La parte iniziale del libro scorre veloce: ci ricorda la vita spensierata, i primi amori, le uscite con la compagnia, i piccoli e inevitabili screzi con i genitori.
La parte centrale è dolore. Un dolore di cui Beatrice Bracaccia ci fa vivere ogni tensione, lacrima, sofferenza. L’autrice è molto brava in questo: le emozioni di Martina ci entrano dentro, ci straziano, senza mai strafare. Mi sono chiesta più volte durante la lettura, se si trattasse di un racconto autobiografico.
Oltre a Martina e Pietro, Il grande amore, Filippo ha un ruolo fondamentale in questa storia: l’amico di sempre, l’amico nonostante tutto, nonostante le scelte, le incomprensioni, i rispettivi dolori.

“Non è vero che esiste una sola occasione per essere felici. Questo famoso treno di cui tutti parlano, quelli che millantano di esserci saliti da bravi fiutatori della volta giusta, del vento a favore, dell’odore del vincente; (..) ebbene, tutte storie, sono solo mezze verità (…) L’occasione ce la scegliamo da soli e ce l’hai davanti, se vuoi vederla.”

Riparto da qui è un romanzo sentimentale, malinconico, triste, pieno di “se”, di rimpianti, rimorsi, di dubbi e di vita. Una storia che ci parla d’amore, riscatto e speranza. I tiri mancini della vita non hanno una logica, una tempistica, non danno preavviso; sta a noi riuscire a rialzarci, darci uno scopo, e ripartire da qui.


Beatrice Bracaccia vive ad Orvieto, una graziosa cittadina immersa nelle verdi colline umbre. Lettrice appassionata, si diletta da sempre a scrivere piccoli episodi di vita quotidiana che poi racconta con disancantanta ironia sul suo profilo Facebook. La sua sensibilità e vivacità fanno di lei una persona “speciale e fuori del comune, sempre pronta ad ascoltare e a sorridere”, dicono gli amici. Riparto da qui è il suo romanzo d’esordio che pubblica con la casa editrice Librosì Edizioni.


Recensione a cura di:

rita calistri
Precedente Abissi - Paolo Cabutto | Segnalazione Successivo Tienimi accanto a te - Daniela Sacerdoti | Recensione