Recensione Terapia di coppia per amanti di Diego De Silva

divisiore recensioni
 
 
Titolo: Terapia di coppia per amanti
Autore: Diego De Silva
Editore: Einaudi
Pagine
250
Prezzo: 18.00
Genere: Romanzo rosa
—————————————————————————————————————————————————–
TRAMA:
Due adulti sposati (non tra loro) si ritrovano uniti da una passione incontrollabile e da un amore coriaceo, particolarmente resistente alle intemperie. Viviana è sexy ed elegante, e ha un notevole talento per i discorsi intorcinati. E combattuta fra restare amante e alleviare cosi le infelicità matrimoniali o sfasciarsi la vita per investire in un’altra. Modesto è meno chic, decisamente più sboccato e sbrigativo nella formulazione dei concetti, ma abilissimo nell’autoassoluzione. Modestamente vigliacco, aspirerebbe alla prosecuzione a tempo indeterminato della doppia vita piuttosto che a un secondo matrimonio, visto che già il suo non è che gli piaccia granché. E nella crucialità del dilemma che Viviana trascina Modesto dall’analista, cercando una possibilità di salvezza per il loro rapporto ormai esasperato da scontri e lacerazioni continue. Il dottore è spiazzato nel trovarsi di fronte una coppia inufficiale, libera da vincoli matrimoniali e familiari, che non ha nulla da perdere al di là del proprio amore. Accetterà l’incarico per questa ragione, trovandosi nel mezzo di un conflitto sentimentale drammatico e ridicolo insieme, rischiando di perdere la lucidità professionale.
 
RECENSIONE:
Una rapporto clandestino, schifato da molti, immaginato da tanti. 
E’ così che inizia questo romanzo, che crea aspettative psicologiche dal titolo ma che scorrendo nella lettura vengono meno. Terapia di coppia per amanti non parla di una terapia. La terapia inizia verso metà libro ma se ne parla al 20%. Terapia di coppia per amanti è una conversazione a tu per tu con i diversi protagonisti che si alternano, capitolo dopo capitolo, nella narrazione delle vicende. A tu per tu perchè i personaggi parlano con il lettore come se stessero dialogando con un altro personaggio. 
Modesto, il lui della coppia clandestina, sposato con un figlio, affronta le cose in modo superfluo, con sarcasmo ed ironia. Viviana, anch’essa sposata con figlio, inizia a soffrire la precarietà di questo tipo di relazione e capisce di dover fare qualcosa per cambiare la situazione. 
Alle due voci principali si aggiunge la terza, quella dell’analista, che si racconta e svela pian piano anche le sue debolezze.
 

MIA OPINIONE:

Credevo che fosse più psicologico, più incentrato sulla terapia di coppia, sui consigli, sulle sfide e meno sulla quotidianità della relazione. Il titolo trae in inganno chi si aspetta, come me, l’analisi della mente di due amanti…ma è comunque apprezzabile. Scorre, nei capitoli di Modesto grazie a ironia e battute, mentre in quelli di Viviana rallenta un pò per seguire l’onda di emozioni e dubbi che la travolgono. Ci sono inoltre capitoli “tappabuchi” in cui si parla di musica…a tema si, visto che Modesto è un musicista…ma pagine e pagine di testo che andrebbero tranquillamente tagliate se venisse creata la versione “distillata” di questo libro.
                 
VOTO:

 
Precedente Acquisti #3 Successivo Novità gennaio 2016