Recensione “L’anello mancante” di Saida El Gtay e Nicolò Angellaro

 

recensione (1)

51rQPe7a32L._SX334_BO1,204,203,200_Titolo: L’anello mancante

Autore:  Saida El Gtay e Nicolò Angellaro

Pagine: 173

Prezzo: 15 euro

Casa editrice: Il camaleonte edizioni

Genere: Narrativa – Fantasy

VOTO: votovotovotovoto

DESCRIZIONE:

Finzione e realtà, coraggio, bramosìa del potere, ma anche amore e odio, si mescolano sapientemente in questo romanzo dall’intreccio a tratti paradossale e dal ritmo incalzante. La bellezza della Torino magica, ammaliante, fa da sfondo alla storia che vede i due giovani protagonisti coinvolti in una vera lotta tra le forze esoteriche della città legate al mondo dell’occulto. Il bene e il male si contendono un anello appartenuto al mistico Gustavo Adolfo Rol che racchiude un oscuro segreto, in attesa della “Grande Notte” in cui si decideranno le sorti del mondo. Riusciranno Indira e Tommaso a salvarsi?

RECENSIONE:

Tommaso e Indira non si conoscono, abitano entrambi a Torino e tutti e due escono per farsi una passeggiata per le vie della città. Lei butta per la strada un dono che ha ricevuto dalla madre che l’ha abbandonata alle cure di una zia poco amorevole; lui inciampa su quell’ oggetto che decide di raccogliere e portare con sé. L’oggetto in questione è un dito mozzato e imbalsamato adornato da un anello. Indira, che ha assistito al “salvataggio” di quel dono che aveva gettato poco prima, si avvicina a Tommaso e i due partono alla ricerca della verità su quello strano anello, collegato alla figura di Gustavo Adolfo Rol, che non può averli fatti incontrare casualmente.

La loro avventura sarà costituita da inseguimenti, feste, personaggi misteriosi, sette segrete e molto altro. Ma nonostante le atmosfere cupe e ben dettagliate la narrazione non si appesantisce mai eccessivamente grazie ai due protagonisti che, con i loro toni ironici e divertenti, riescono sempre a smorzare la tensione.

Se gli rivelassi qualcosa di me, qualcosa di così profondo da farmi male non potrei mai perdonarmelo. E se anche lui mi abbandonasse nel bel mezzo della storia che è la mia vita? Decido di tacere, nonostante la tristezza che mi sovrasta come una coperta pesante. Lui sembra percepirlo e incrocia le dita alle mie guardando dritto davanti a sè.

I capitoli sono pochi e lunghi ma fanno da contenitore alle voci dei due ragazzi che si “passano la penna” dando vita a dei sotto-capitoli scritti con stili molto diversi tra loro. La voce di Indira è sfacciata, a volte eccessivamente volgare; quella di Tommaso (detto Pisca) è ironica, impacciata, più razionale. Questo stratagemma porta il lettore ad affezionarsi ad entrambi i protagonisti, ad entrare in sintonia con loro e a non annoiarsi mai.

Ci sono dei momenti in cui ti senti fin troppo sicuro e annoiato, schiacciato: hai bisogno di una sana scarica di adrenalina, brividi, emozioni forti. Ma poi realizzi che, se perdi eccessivamente l’equilibrio, devi aggrapparti a una qualche certezza.

Sono molte le vicende che lasciano con il fiato sospeso e altrettante le domande che ci si pone durante la lettura, ad alcune delle quali però non viene data una risposta; nulla di fondamentale per la trama che infatti procede a passo spedito fino alla fine del libro, in cui i colpi di scena non mancano.

Il passato è stato raccontato e il mondo intorno scorre verso il futuro, ma in questo presente si deve decidere che direzione prenderà il flusso.

Ho letto questo romanzo con il mio compagno. Io davo voce ad Indira e lui a Tommaso. Ho deciso di affrontarlo con lui perché non sembrava rientrare nel tipo di libri che prediligo (la sua passione per questo genere e il fatto di sfruttarla come attività di coppia, mi avrebbero aiutata ad apprezzarlo di più). Tutte premesse inutili perché alla fine si è rivelato essere un romanzo perfettamente adatto a tutti e non solo agli amanti del genere.

“L’anello mancante” è una lettura piacevole, intrigante, fresca e divertente; un ottimo esordio per questi due giovani autori.

firma


 

Ringrazio “Il camaleonte edizioni” per avermi inviato una copia gratuita di questo romanzo.

Nel titolo e sulla foto ho inserito un link che vi porta direttamente su Amazon. Essendo un’affiliata, se deciderete di acquistare il libro cliccando sul link creato, contribuirete al sostentamento del mio blog e della mia pagina fb. Vi ringrazio sin da ora se vorrete farlo!

Precedente WRAP UP - Gennaio 2017 Successivo Novità Febbraio 2017