Recensione di “Lui&Lei” di Mike Gayle

Titolo: Lui&Lei
Autore: Mike Gayle
Editore: Sperling&Kupfer
Pagine338
Prezzo: fuori catalogo
Genere: Romanzo rosa
—————————————————————————————————————————————————–
TRAMA:
Si sono incontrati una decina di anni fa all’unione studentesca, e da allora Alison e Jim hanno diviso tutto: appartamento, cene dai genitori, una vita… Ma ad un certo punto si sono lasciati e hanno dovuto ridistribuire tutta la vita accumulata insieme, compresi l’appartamento, un divano, un tappeto Ikea, un gatto e l’album autografato degli Oasis. Passano tre anni e Alison e Jim hanno due nuovi fidanzati, due nuovi appartamenti, nessun album degli Oasis autografato. A dir la verità non riescono ad essere totalmente felici (probabilmente non è a causa della mancanza dell’album degli Oasis) e un giorno, per caso, si rincontrano…
 
 
RECENSIONE:
Non è un errore di distrazione o di impaginazione. La foto qui a fianco di solito si trova alla fine delle mie recensioni. In questo caso ho deciso di metterla qui proprio perchè all’inizio di questo libro troviamo la fine…State tranquilli, non vi spoilero niente, ora vi spiego!
La storia inizia con una telefonata tra due ex coniugi in cui la ex moglie, Alison annuncia a Jim la tragica morte della “loro” gatta Disco. Da questo punto in poi il libro si trasforma in una sorta di diario a 2 che parte dagli anni 80 e arriva ad oggi descrivendo le vite dei protagonisti e la loro relazione. Un capitolo è scritto da Jim e uno da Alison e lo scrivere in prima persona accompagna il lettore nei loro ricordi, nei loro sentimenti e da la possibilità di rendere più chiara una situazione perchè vista con gli occhi di entrambi. Ho fatto fatica ad individuare citazioni da riproporvi perchè è un libro semplice, realista, senza pretese e voglia di strafare. Vi lascio però una frase che mi ha colpita molto:
 
“Volevo che fossi felice, perchè questo vuol dire amare qualcuno. E se lo avessi ottenuto avrei fatto del mio meglio per essere felice per te anche se la notizia mi avrebbe distrutto. E lo sai perchè? Perchè io sono qui per farti felice. E’ il mio compito. E se tu non sei felice non posso esserlo nemmeno io…”
 
MIA OPINIONE:
Ammetto di essere stata conquistata dal gatto sulla copertina (amando moltissimo gli animali e le storie che ne parlano non poteva essere altrimenti). A parte questo mi ha ispirato molto perchè pur essendo un romanzo rosa non aveva l’aria di una storia sdolcinata (che odio) ma sembrava ironico e frizzante. Dopo averlo letto in 3-4 giorni posso dire che avevo ragione. Mi sono un pò annoiata nei primi capitoli (del passato) ma appena si è delineata abbastanza la storia tra i 2 protagonisti è diventato tutto molto più scorrevole. Ho apprezzato moltissimo di quest’autore il modo di descrivere i sentimenti…non è mai stato sdolcinato, prevedibile o surreale. Sembra di leggere il proprio diario segreto, solo con la storia di qualcun’altro!
Molto bello! 
                 
VOTO:

 
Precedente Recensione "Sei biblioteche" di Zoran Zivkovic" Successivo Acquisti #3