Recensione “Detenuto cerca corrispondente disponibile”

divisiore recensioniDetenuto cerca corrispondente disponibileTitolo: Detenuto cerca corrispondente disponibile

Autore: Laure Delmas e Thomas Gauthier

Pagine: 374

Prezzo: 9.60

Casa editrice: Bompiani

Genere: Epistolare

VOTO: votovotovotovoto

DESCRIZIONE:

Thomas, condannato a vent’anni di carcere per omicidio, decide di lanciare un messaggio in bottiglia al mondo esterno: pubblica su un quotidiano un annuncio in cui cerca una ragazza con la quale corrispondere. Poco dopo cominciano ad arrivare in carcere le lettere di Laure, una ragazza giovane, spigliata e decisamente disinibita. E’ l’inizio di una fitta corrispondenza che diventa sempre più intensa ed esplicita, e in cui le barriere della distanza vengono a cadere l’una dopo l’altra, fino a quando Thomas e Laure decidono di incontrarsi…

RECENSIONE:

La quarta di copertina recita: “Una storia d’amicizia? D’amore? Di sesso? In ogni caso, una storia di confidenze condivise, uno scambio di mondi, di sensualità a distanza, a rate.” Ed è con questo dubbio che il lettore si intrufola nella privacy di queste due persone che si scambiano momenti di vita quotidiana attraverso fogli di carta. Il libro è una raccolta di lettere di Laure – parigina trentenne e grafica pubblicitaria – e Tom, in carcere per omicidio involontario. In queste lettere i due si conoscono, si scambiano emozioni, piccoli regali, scene di vita quotidiana, consigli e opinioni.

All’inizio Laure fatica a lasciarsi andare, non fidandosi di Tom, ma piano piano le lettere diventano sempre più ammiccanti lasciando così trasparire la vera Laure. Tom, che si è fatto spostare in isolamento, volontariamente per accelerare le pratiche del trasferimento in un altro carcere più vicino alla sua famiglia, è sempre pronto a tranquillizzarla e sopratutto a ringraziarla per le boccate di ossigeno che le sue lettere gli portano.

E’ proprio questo che ci fa amare tanto la vita, perchè sappiamo che tutto quello che ci è vietato qui dentro, fuori si trova e lo troveremo a prescindere da quello che succede nel frattempo e dagli anni che ci separano dalla libertà.

Laure gli racconta di quello che fa durante la giornata, delle persone che incontra, di quello che prova. Tom invece le spiega come funziona la vita in carcere, come i tempi di inizio e fine giornata siano scanditi dalle chiavi nella toppa delle celle, i motivi di disaccordo tra i vari detenuti, le cose permesse e le cose proibite…Tutti argomenti che permettono a Laure, e di conseguenza al lettore, di farsi un’idea più precisa della vita in una prigione.

Ecco, in questo momento mi viene in mente una strana immagine, di due persone che sono una di fronte all’altra sulle due rive opposte di un fiume del quale non riescono a stimare l’ampiezza. E tutt’e due, ciascuna dal suo lato, ciascuna come può, si mettono a costruire un ponte verso l’altra riva. E’ impossibile sapere se i due ponti arriveranno mai a congiungersi, perchè la cosa dipende da ciò che ognuno dei due ha in mente. Ma al tempo stesso l’energia prodigata dall’uno giova all’altro e lo motiva nella sua impresa.

In alcuni punti l’ho trovato un pò lento, ma sempre molto delicato e interessante. Dal finale mi aspettavo qualcosina di più: magari qualche considerazione dei protagonisti, essendo una storia vera (?). Boccio in pieno la copertina. La donna nuda sulla penna lascia intendere che ci sia qualcosa di erotico, mentre in realtà solo alcune pagine riportano qualche allusione…ma nulla di eccessivo e sopratutto di troppo palesato. Presenta alcuni giochini divertenti come il dover piegare una pagina a metà – per leggere correttamente una lettera che è stata scritta metà in una lettera e metà in un altra – e altre idee che Laure e Tom si sono inventati per rendere più particolare e frizzante la loro corrispondenza!

E’ un libro molto interessante, poetico, emozionante. Lo consiglio a chi ama gli epistolari e a chi è interessato al mondo dei detenuti.

 


Nel titolo e sulla foto ho inserito un link che vi porta direttamente su Amazon. Essendo un’affiliata, se deciderete di acquistare il libro cliccando sul link creato, contribuirete al sostentamento del mio blog e della mia pagina fb. Vi ringrazio sin da ora se vorrete farlo!

Precedente Novità - Dicembre 2016 Successivo Book Haul - Dicembre 2016