Non tutti i bambini amano andare in bicicletta – Williams Cesar Priore | Recensione

Titolo: Non tutti i bambini amano andare in bicicletta

Autore: Willams Cesar Priore

Prezzo: 0,99 (ebook) – 10,50 – Pagine: 127

Casa editrice:

Keywords: famiglia, obiettivi, amore

Voto: 4/5


Acquista QUI


Montevideo, Uruguay, fine anni 80. Cesar è un bambino di circa undici anni con una forte passione per il calcio e per la nipote del suo vicino di casa, Patrizia. Terzo di cinque fratelli, vive con la sua famiglia in una casa con ben poche comodità.
Le sue avventure incominceranno quando Cesar, per far colpo su Patrizia, deciderà di comprare una bicicletta senza l’aiuto monetario dei suoi genitori. La storia sottolinea quanto la forza di volontà possa aiutare un bambino a raggiungere i propri obiettivi.

 

 

 

 


Guarda la foto su Instagram


Non tutti i bambini amano andare in biciletta è la fotografia di una famiglia dell’Uruguay negli anni 80. Un racconto autobiografico in cui l’autore ritorna bambino e ci trasporta nei ricordi della sua infanzia.

Cesar vive in una casa piccolina con i suoi fratelli e i genitori. Per lavarsi usa l’acqua raccolta in una bacinella e scaldata dal sole e per giocare a calcio, in assenza di un pallone vero, ne utilizza uno formato da calzini intrecciati. Quando quel pallone finisce nel cortile del vicino, Cesar ha l’occasione di conoscere Patrizia, una ragazzina di cui si infatua e che gli propone di fare un giro in bicicletta insieme. Ma cosa può inventarsi Cesar, che oltre a non avere una bici non possiede neanche i soldi per comprarla?

Povertà, abitudini e termini spagnoli caratterizzano le pagine che teniamo tra le mani e che, una dietro l’altra, si fanno sfogliare seguendo un ritmo piuttosto serrato. Il linguaggio semplice e qualche refuso, confermano che quella che si sta leggendo è un’opera prima di un autore che più che per gli altri sembra aver scritto per se stesso.

E’ facile infatti immedesimarsi nella storia e provare gli stessi sentimenti del ragazzino: tenacia, gioia, fatica, tristezza… Ogni sentimento permette al lettore di creare un legame con quell’autore tanto sconosciuto e lontano quanto vicino e familiare.

Non è un libro stravolgente, carico di colpi di scena o insegnamenti particolari, ma è un concentrato di vissuti ed emozioni. Non tutti i bambini amano andare in bicicletta, come accenna Willams Cesar Priore nel prologo, spiega semplicemente perchè odia andare in bicicletta… Ed è la spiegazione, ci metterei la mano sul fuoco, più emozionante che abbiate mai letto.


Williams Cesar Priore, nato a Montevideo nel 1976, si è trasferito in Italia nel 2002. Lavora come artiere ippico all’ippodromo di San Siro a Milano. Nel 2018 scopre la passione per la scrittura e scirve il suo primo libro.


Recensione a cura di:

 

Precedente Novità in libreria - Agosto e Settembre Successivo Agenzia: morte su carta s.r.l - Giorgio Zucchi | Recensione