Mary Poppins returns – Praticamente perfetto sotto ogni aspetto | Tracce di me

Non ho mai amato il primo film di Mary Poppins. Troppa dolcezza, troppo ottimismo, troppi sorrisi. L’avevo guardato, apprezzato e messo da parte. Il ritorno di Mary Poppins mi ha inaspettatamente incuriosita nel giro di pochi giorni, convincendomi al punto da andare a vederlo direttamente al cinema dopo due anni che non vi mettevo piede. Mi stava chiamando e ora ne capisco il motivo.


Guarda il trailer


Remake o Sequel?

Sequel, o non sequel, questo è il problema. Per quanto mi riguarda, invece, non c’è nessun tipo di problema. Un film di questo tipo stimola sentimenti e ricordi. Chi lo guarda vuole rivedere quello che più l’aveva colpito del vecchio film, ma con una veste diversa. Quei piccoli e simili dettagli, che collegano il film del passato con questa nuova pellicola, dovrebbero essere visti come un punto a favore e non a sfavore (il vaso invece che il dipinto, la signora dei palloncini invece di quella dei piccioni…ecc) Sottigliezze, richiami, che rendono il film riconoscibile e che apportano comunque un pizzico di novità. C’è da dire che la scaletta degli avvenimenti rimane pressochè identica a quella del primo film, ma cambiano i personaggi e le situazioni.

Mary Poppins

Emily Blunt non l’ho mai sopportata, con quel fare altezzoso; eppure ho spudoratamente dichiarato di amarla dopo aver visto la scena del bagno, in cui Annabel Banks le dice di fare qualcosa per recuperare il fratello scomparso nella vasca, e lei le risponde: “Oh no, ho fatto il bagno stamattina, grazie!” Quella superiorità, condita da quel pizzico di acidità, l’ha resa ai miei occhi la perfetta tata, che non asseconda ma che ottiene ciò che vuole senza imporsi e con naturalezza. Il sorriso compare poche volte sul suo viso, non si sforza di farsi vedere sorridente e gioiosa. Invece coglie ogni occasione per divertirsi insieme ai bambini, quando anche loro si scrollano di dosso le responsabilità e si lasciano andare.

Le emozioni

La vita non è bella, e fortunatamente in questo film hanno avuto il coraggio di schiaffarlo in faccia agli spettatori. Il padre dei bambini, Michael, ha messo da parte i suoi sogni per fare un lavoro che gli permetta di mantenere, se stesso e i propri figli. Sta per perdere la casa ed è rimasto vedovo. Logicamente anche i bambini vivono una situazione particolarmente difficile, che li ha portati infatti a crescere troppo in fretta. In effetti, come ammettono loro stessi a Mary Poppins, non hanno bisogno di una tata. E lei, chiarendo in modo sottile ma fin da subito il motivo del suo ritorno, risponde che troverà una soluzione anche a quel problema.

I libri

Per un’amante dei libri come me, è impensabile non rimanere a bocca aperta di fronte allo spettacolo che improvvisano alla Royal Doulton Music Hall. Un’intera esibizione dedicata ai libri, nella quale vengono esposte molteplici citazioni e si promuove la lettura.

Le canzoni

Non posso effettivamente dare torto a chi si è lamentato delle canzoni. In inglese è tutta un’altra storia, si sa. Nonostante questo – anche se l’adattamento italiano le ha rese, ad un primo ascolto, sforzate e complesse – rivelano successivamente un testo profondo e ricco di significato. La mia preferita in assoluto è Che stupendosa idea! Ma anche L’abito non fa il monaco è molto bella.


Sappiamo che c’è gente che sorride appena può
Il cielo a loro appare un po’ più blu
Già…ad altri pesa tutto
Stare a galla è un’epopea
Allora potremmo vivere di allegria si può anche fare qualche follia
Che stupendosa idea!

(Che stupendosa idea! – Clicca qui per ascoltarla)


Su prendete un bel libro e leggete di più, date retta a me
Se poi ti piace lo decidi tu
Cantate forte!

Ma se leggerai la scelta la avrai
Leggilo dai e non sbagli mai
Magari vedrai che lì dentro c’è molto di più

(L’abito non fa il monaco – Clicca qui per ascoltarla)


In 27 anni non sono mai riuscita a trovare un cartone animato o un film che mi rappresentasse. Il ritorno di Mary Poppins mi ha toccato nel profondo. Non vuole propinare ottimismo, non vuole convincere che la vita sia bella. Mary Poppins è pienamente consapevole che la vita di quella famiglia sia difficile e sa che non basterebbe un poco di zucchero per buttare giù la pillola, questa volta. Questa tata insegna a grandi e piccini ad affrontare le difficoltà, guardandole da un’altra prospettiva, e soprattutto a mollare la presa ogni tanto.

Forse amo tanto questo film perchè avrei bisogno di una Mary Poppins anche io, nella vita di tutti i giorni. Intanto ho risolto in parte il problema, ordinando da Amazon il bellissimo FunkoPop. Per quanto riguarda tutti gli altri gadget, ci sto lavorando…ma presto li collezionerò tutti.


E voi, lo avete visto? Vi è piaciuto? Fatemi sapere!

 

Precedente Book Haul - Dicembre Successivo Formule Mortali - François Morlupi | Recensione

2 commenti su “Mary Poppins returns – Praticamente perfetto sotto ogni aspetto | Tracce di me

  1. Ciao Debora,

    concordo con te su quasi tutto, tranne che per il fatto delle canzoni.
    Ho provato a riascoltarle in Italiano e non hanno proprio paragone con l’Inglese.
    La mia impressione è che le musiche, in Italiano, risultano quasi tutte uguali, mentre nelle loro versioni inglesi ho trovato tantissime sfumatore e citazione di canzoni del precedente Mary Poppins. Poi mettici anche che sono una fan di Lin-Manuel Miranda da circa 5 anni, ho visto tutto ciò a cui ha partecipato, sentito tutte le sue canzoni, visto i suoi musical, visto tutte le sue interviste, e sentirlo doppiato in Italiano e rappare MALE mi ha fatto un po’ impressione.

    Per quanto riguarda il film però l’ho trovato veramente molto bello, ho pianto anche in due o tre punti, e penso che sia stato veramente ben fatto.
    The cover is not the book è di certo la mia canzone preferita!

    Un saluto,

    Chiara

    • traccedinchiostro il said:

      Ciao! Grazie per aver letto il post e avermi dato la tua opinione. Lin-Manuel Miranda in molti lo hanno criticato, perchè si ostinano a fare paragoni con il vecchio film. Io ho preferito molto di più Emily Blunt, ma anche lui è stato bravo. Comunque mi fa molto piacere che anche a te sia piaciuto! Iniziavo a sentirmi un pesce fuor d’acqua! :). Buona giornata. Debora

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.