Ci pensa il cielo – Liliana Onori | Recensione

Titolo: Ci pensa il cielo

Autore: Liliana Onori

Pagine: 246 – Prezzo: €15.00

Casa editrice: Librosì Edizioni

Keywords: amore, giustizia, ideali.


Hope, ragazza ribelle di una famiglia nobile irlandese, entra a far parte del movimento delle suffragette. Coraggiosa ma inesperta, stringe una pericolosa amicizia con l’attivista Ashling, mentre si innamora del suo stesso nemico, il poliziotto Jude bello e orgoglioso, incaricato dal governo di sedare le ribelli. Ma il destino ha in serbo per la tenace Hope altre sorprese, il mare riporta a casa un fantasma del passato, di un amore che non è stato dimenticato. “Ci pensa il cielo” è l’atteso sequel di “Come il sole di mezzanotte” e ci riporta indietro nel tempo e nello spazio per farci viviere un’altra intensa storia d’amore e di passioni. 

“Una storia d’amore, passione e coraggio. È “Ci pensa il cielo” (Librosì Edizioni) il nuovo romanzo pubblicato dalla scrittrice emergente Liliana Onori che sta appassionando il mondo dei social e dei blogger book”
“Il nuovo romanzo della scrittrice Liliana Onori che torna a scrivere dopo aver appassionato centinaia di lettori con il suo romanzo di esordio “Come il Sole di Mezzanotte”. Il libro è corredato da particolarissimi gadget: le illustrazioni appositamente studiate per la storia, il booktrailer narrativo, la special edition con le foto delle sufragette, il mondo social. Istagram: #cipensailcielo.”


“Hope. Porti un nome molto importante.La speranza é il sentimento che ha portato tutti i più grandi a fare i più grandi cambiamenti. Credere é tutto. Crederci…e’ tutto.”

“Ci pensa il cielo” é il degno sequel di “Come il sole di mezzanotte”, della stessa autrice.
Leggerli secondo l’ordine in cui sono stati concepiti li rende ancora più appassionanti, ma ho riscontrato in ognuno di loro una certa indipendenza. I rimandi dell’autrice rendono la storia molto chiara: le dinamiche sono facili da seguire, e non ci sono difficoltà di sorta nel comprenderle.
Ritroveremo alcuni personaggi che ci hanno fatto sognare in “Come il sole di mezzanotte”, anche se a rubar loro la scena ci saranno le generazioni future.
Prima fra tutte la bella, irriverente, caparbia, tenace Hope, figlia di Anna e William.

“Hope ha un fuoco nella pancia che la rende diversa da tutti gli altri. É come se un fulmine l’avesse colpita alla nascita, rendendola speciale. Più di chiunque al mondo. (..) Quel fulmine non l’ha colpita per caso.Hope non è nata per queste feste, ma per fare la differenza, e sta facendo di tutto per farla davvero”.

L’ amore per il poliziotto Jude, in apparenza suo nemico nella causa per la promozione dei diritti delle donne, (la storia e’ infatti ambientata nei primi anni del 900),ci farà battere il cuore.
I fantasmi del passato torneranno a fare visita a questi due giovani innamorati, e come nella lettura del suo prequel, “Ci pensa il cielo” non ci deluderà.

Liliana Onori si conferma per la sua scrittura empatica, piacevole, semplice ma non banale. I suoi personaggi sono ben definiti, hanno carattere e vivono di vita propria. Persino il personaggio minore riesce a ritagliarsi un ruolo nella storia e a non passare inosservato.
Un rinnovato piacere imbattersi in questa nuova, bellissima, storia d’amore, che non posso esimermi dal consigliarvi.

“Sai, da ragazzo ero un marinaio e il mio Capitano era solito dire che a qualsiasi problema, se non potevamo risolverlo noi uomini, ci avrebbe pensato il cielo.”

E così sarà..Buona lettura!


Liliana Onori ha sempre fatto della scrittura la sua attività principale, cimentandosi in generi diversi fino ad arrivare nel 2008 alla pubblicazione del romanzo “Ritornare a casa”, per Aletti Editore. Nel 2015 inizia la sua collaborazione con la casa editrice LibrosìEdizioni, per la quale, lo stesso anno, pubblica “Come il sole di mezzanotte”.


Recensione a cura di:

rita calistri
Precedente [email protected] - Christian Coduto | Recensione Successivo La loro parte - Marco Di Carlo | Recensione