Al cambio di Luna – Paola Merolli | Recensione

Titolo: Al cambio di Luna

Autore: Paola Merolli

Casa editrice: Edizioni Simple

Pagine: 198 – Prezzo: 12,50 – Ebook: 5,19

Keywords: introspezione, donne, cambiamenti

Voto: 4/5


Acquistalo qui


 

https://images-eu.ssl-images-amazon.com/images/I/31DkdCLStAL.jpg“Brevi racconti. Quasi minimal ma non per questo di minor rilievo. Storie raccontate dal punto di vista femminile, mai noiose, alcune volte quasi paradossali che esprimono comunque un punto di vista diverso e anche inaspettato. Si leggono tutti d’un fiato perché incuriosiscono e fanno anche sorridere. Uno sguardo al mondo femminile soffice ma contemporaneamente disincantato.” Paolo Villaggio

 

 


Guarda la foto su Instagram


Idea: 5

Al cambio di Luna racconta 12 storie di 12 donne, suddividendole in quattro categorie rappresentate dalle fasi lunari: luna piena, luna nuova, luna calante e luna crescente. Ognuna di queste categorie racchiude 3 racconti di donne che in qualche modo subiscono l’influenza della Luna. Vengono toccati molti temi, più o meno importanti: dalla violenza alla malattia, dal colpo di fulmine al desiderio di porre fine alla propria vita. Tutto ciò viene affrontato con delicatezza e, in certi casi, un tocco di ironia.

Sviluppo: 4

La donna è la protagonista indiscussa. In ogni racconto ognuna di loro rende il lettore partecipe di una determinata situazione, uno spaccato di quotidianità (l’arrivo del tecnico del pc, la ricerca del velo da sposa, l’incontro con il proprio padre…) Le azioni che le protagoniste compiono in quei momenti fanno soltanto da contorno a ciò che ha l’importanza maggiore in questo libro: i pensieri, le paure, i sentimenti. L‘uomo appare, a seconda delle situazioni, in modi diversi: se paragonassimo la donna alla Luna, l’uomo in questione potrebbe essere la Terra. La donna lo pone al centro dell’attenzione, a volte lo apprezza, a volte no, ma ogni sua azione o pensiero risulta collegato alla figura maschile.

Tecnica: 5

Paola Merolli utilizza un linguaggio ricercato. I luoghi e le sensazioni vengono descritte in modo accurato e dettagliato. Non vengono menzionati i nomi delle protagoniste e la caratterizzazione è davvero minima; scelta, questa, che permette al lettore di immedesimarsi completamente in ogni donna o comunque in quella che lo rappresenta di più. Il narratore è interno e il ritmo cambia di racconto in racconto risultando più lento in quelli maggiormente introspettivi e un po’ più incalzante in quelli più narrativi.

Intrattenimento: 4

E’ molto interessante scoprire ciò che queste 12 donne vogliono rivelare al lettore. Non tutti i racconti però appaiono completamente chiari e questo a volte penalizza la riuscita del racconto in sè e ovviamente del messaggio che avrebbe voluto lanciare. E’ comunque un libro che si fa leggere con curiosità e che, grazie allo stile evocativo dell’autrice, porta il lettore a perdersi nel flusso di coscienza delle protagoniste.

Emozioni: 4

Avendo a disposizione 12 storie si può provare un’ampia gamma di emozioni, e non tutti i lettori proveranno le stesse per ogni racconto. L’ironia e la leggerezza con le quali vengono narrati alcuni racconti smorzano la tensione e le emozioni più cupe che invece vengono stimolate dagli altri. La sensazione di vittoria è sempre presente, anche nei casi più critici. Ogni donna si esamina, passa in rassegna ogni minima emozione e trova la risposta dentro di sè. Il cambiamento e la consapevolezza sono le conseguenze di quell’introspezione e gettano le basi per una rinascita.

Al cambio di Luna è un libro intenso e intimo. E’ adatto per tutte le donne alla ricerca di conferme, motivazioni, cambi di prospettiva; ma anche per gli uomini più sensibili, che vogliono scoprire cosa si cela nella mente di una donna.


Paola Merolli. Sono nata a Roma, città dove vivo. Ho studiato a Londra, Parigi e New York, dove poi mi sono laureata in Architettura d’Interni. La scrittura è sempre stata il mio primo amore. Ho pubblicato diverse opere, di narrativa, di teatro e libri per l’infanzia; alcune sceneggiature per il cinema, tra cui: Luna e le altre e Davide. Ho, inoltre, collaborato alla realizzazione di documentari per la Rai, il Centro studi Dante Alighieri e l’Istituto Luce. Ho lavorato come aiuto regia con Vincenzo Salemme, Silvio Fiore, Marco Parodi e Mario Maranzana. Perché non volo? è il mio ultimo libro dedicato ai bambini.


Recensione a cura di:

Precedente Il mondo in bianco e nero - Luigi Cardone | Recensione Successivo World Wide Death - Vincenzo Cavallari | Recensione